• Facebook - White Circle

ISCRIVITI AGLI AGGIORNAMENTI

©  Roberto Binda 2016 - Web design: neretto  - 

Hope Sandoval & The Warm Inventions

30/10/2016

 

UNTIL THE HUNTER (Tendril Tales) CD-LP Distr. Audioglobe

 

Ogni nuovo disco di Hope Sandoval è un piccolo evento nell’underground, vuoi per il carattere schivo e riservato del personaggio, vuoi per il lungo tempo che passa tra una sua pubblicazione e l’altra. Era dal 2009 infatti che mancava un seguito al fortunato "The Devil Softly" scritto a quattro mani con il fidato Colm Ó Cíosóig dei My Bloody Valentine che attorno alla sigla The Warm Inventions firma anche questo nuovo "Until the Hunter". La psichedelia di Into the Trees ci immerge subito nel liquido amniotico degli Opal di Kendra Smith e David Roback a memoria di un passato mai dimenticato, quel passato che aveva dato vita solo poco tempo più tardi ai Mazzy Star, evoluzione naturale di quello straordinario gruppo californiano. Il languido riverbero di The Peasant è un tuffo nostalgico nei migliori Cowboy Junkies e A Wonderful Seed nella musica di frontiera, dove le origini messicane della Sandoval si mostrano finalmente più evidenti che in passato. Lo spazio per un duetto d’autore con Kurt Vile dal sapore vagamente soul in Let Me Get There, prima che la sensualità della rarefatta voce di Hope riprenda il suo cammino passando tra tenui acquarelli folk come Day Disguise e Treasure. La ballata al rallentatore di Salt of the Sea o l’acustica semplicità di The Hiking Song portano al cambio di passo dettato dalle decise chitarre ritmiche di Isn’t it True e I Took a Slip, scossa energica prima che il passato riemerga con tutta la sua forza nella conclusiva acidità seventies di Liquid Lady, riprendendo una storia che avevamo solo nascosto da qualche parte per custodirla gelosamente e rinnovarne nuovamente la sua struggente bellezza.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Please reload

Emma Frank

08/01/2019

1/3
Please reload

POST RECENTI
Please reload

ARCHIVIO
Please reload

Le novitá di
questa settimana!