Erik Friedlander

01/08/2016

RINGS (Skiptone Records) CD

 

Violoncellista, compositore e improvvisatore, Erik Friedlander è uno dei personaggi storici del Downtown Newyorkese. La sua militanza nei Masada di John Zorn e le sue molteplici collaborazioni, da Ikue Mori a Sylvie Courvoisier e Dave Douglas solo per citarne alcune fanno di Erik uno dei più ricercati e sensibili musicisti della grande mela.

Musiche per cinema, teatro, danza e documentari e un’etichetta personale, “Skiptone Records” dove licenziare i propri lavori, sono un esempio di come si possa fare musica in maniera totalmente indipendente dal music biz senza rinunciare al fascino dei supporti (Cd/LP). Il nuovo progetto in trio denominato Black Phebe, lo vede esplorare in compagnia dei Vortex, duo sperimentale giapponese composto dalla pianista e fisarmonicista Shoko Nagai (Butch Morris, Trevor Dunn) e dal percussionista Satoshi Takeishi (Sarah Bernstein, Anthony Braxton, Dave Liebman), la ciclica natura della composizione attraverso lo strumento della ripetizione. Per quanto possiamo rintracciare nella proposta un riferimento al minimalismo classico di Philip Glass e Steve Reich, non possiamo trascurare uno spiccato gusto melodico che avvicina il progetto tanto al Sakamoto più cinematografico quanto alle suggestioni classiciste di uno come Max Richter.

 

 

Questi sono solo riferimenti per inquadrare una musica che invece ha un suo carattere specifico, orientato alla sottrazione degli elementi in campo. Dal tango di The Seducer, alle impercettibili tracce indiane nella magnifica Fracture,  dal kletzmer indiavolato di Risky Business al sospeso trattamento cameristico di Tremors è un flusso continuo di emozioni. Il cuore di “The Ring” è però composto dal trittico Solve Me, Canoe e Waterwhell, dove Friedlander si affida alla tecnica del looping, con i musicisti che improvvisano con lui e attorno a lui, creando appunto l’anello evocato dal titolo, attraverso una musica ipnotica e organica di grande fascino e suggestione.

 

“Non vi è cerchio senza centro e circonferenza. I tre non sono la stessa cosa, eppure sono inseparabili” .

da Mistica e spiritualità di Raimon Panikkar

Please reload

Emma Frank

08/01/2019

1/3
Please reload

POST RECENTI
Please reload

ARCHIVIO
Please reload

Le novitá di
questa settimana!
  • Facebook - White Circle

©  Roberto Binda 2016 - Web design: neretto  - 

ISCRIVITI AGLI AGGIORNAMENTI