Lakhdar Hanou Ensemble


NE FUT-CE QU'EN CHINE (Cricao) CD

Partito da Tolosa, il suonatore di oud franco-algerino Lakhdar Hanou ha perfezionato la sua tecnica nel Maghreb e in Medio Oriente. “Cercare la conoscenza”, diceva il Profeta Mohammed, spingendosi se è possibile lungo la via della seta fino in Cina. Questo è il percorso di "Ne fut-ce qu’en Chine", un nomadismo musicale che combina con grande sensibilità i sapori andalusi di una chitarra flamenco ad una cetra cinese (Guzheng), l’oud greco alle percussioni orientali, l’Anatolia di un violino Kamentchè alle voci nostalgiche di una antica cultura persiana. Un lavoro che ricorda da vicino “la rotta d’oriente” del musicista catalano Jordi Savall che in quello splendido disco ripercorreva l’attività missionaria del gesuita spagnolo Francesco Saverio attraverso l’Asia intorno al 1500.

Qui cambia il sistema melodico, si adotta il Maqad di origine arabo-musulmano, la realtà ha un aspetto manifesto (Zahir) e uno occulto (Batin) come nell’esoterismo islamico. Agli esercizi spirituali della Societas Jesu si preferisce la mistica Sufi ma il messaggio di dialogo tra le culture nella pace e nella tolleranza rimane lo stesso come l’affascinante sfida di ricostruire un nuovo ed eterno Ziggurat musicale.

#Musica #recensione #LakhdarHanouEnsemble #Chine #Cricao

POST RECENTI
ARCHIVIO
Le novitá di
questa settimana!
  • Facebook - White Circle

ISCRIVITI AGLI AGGIORNAMENTI

©  Roberto Binda 2016 - Web design: neretto  -