AM_logo_NEW_orangeORIZ.png
ARGONAUTA_logo_orange1.gif

Roberto Zanisi


BRADYPUS TRIDACTYLUS (Musicamorfosi) CD Distr. Egea

Roberto Zanisi è uno dei grandi musicisti italiani della chitarra fingerpicking.

Con Giovanni Venosta ha realizzato diverse colonne sonore per i film di Silvio Soldini, ha collaborato con Stewart Copeland per la Notte della Taranta e l’abbiamo trovato al fianco di svariati musicisti, per citarne solo alcuni, Sainkho Namtchyalak, Amy Denio e Giovanni Falzone, artisti diversi che hanno ricercato in lui la versatilità e la capacità di saper racchiudere un mondo intero tra le dita. In questo album Zanisi suona un numero impressionante di strumenti a corda, esclusa la chitarra, passa dal Bouzuki greco al Guimbri marocchino, dal Cifteli albanese al Cumbus turco oltre che diversi strumenti a percussione come il Dumbek arabo o lo Stell pan di Trinidad e Tobago.

Il disco è un vagabondare nei ricordi di viaggi, sulla strada verso il promontorio del Serraglio nella vecchia Costantinopoli di Aksak Deniz o affacciato sul Bosforo cullarsi nella malinconia di un fado rivisitato come in Cudega Bay, seguire in processione le reliquie di Sant’ Agata a Catania nell’ Uscita del fercolo o la folle impresa di attraversare cinque continenti come nella suggestiva Spezi Panaché. Non solo brani originali ma anche un omaggio a John Barry e al tema di The Persueders, oscuro telefilm degli anni 70 che narrava la storia di un sultano norvegese in marcia sul delta del Mississippi, una cover di Ramblin’ del grande Bill Frisell e la straordinaria chiusura di Red Pony, sentito tributo agli Appalachi e al maestro John Fahey.

"Bradypus Tridactylus" è un mosaico di stili differenti capaci di generare paesaggi sonori in grado di emozionare profondamente, splendori sepolti riportati alla luce da uno dei più eclettici e creativi polistrumentisti del nostro paese.

#AzizaBrahim #Musica #SambaTourè #Saharawi #AbbarelHamada #Glitterbeat #Michaelmesser #ManishPingle #GurdainSinghRayatt #Blues #Zanisi #Bouzuki #Guimbri #Cifteli #Cumbus #Dumbek #stellpan

POST RECENTI