Avishai Cohen

29/02/2016

INTO THE SILENCE (ECM) LP/CD

Distr. Ducale

 

Ogni volta che mi capita di imbattermi in un progetto nuovo di Avishai Cohen istintivamente devo capire subito dalle informazioni se si tratti del contrabbassista o del trombettista. 

Uno scherzo del destino ha donato l'omonimia a due tra più luminosi talenti del Jazz contemporaneo. In questo caso si tratta della tromba del trentottenne nato a Tel-Aviv ma ormai stabilmente trasferitosi a New York. Una carriera in costante ascesa e continuo mutamento per questo ecclettico musicista capace di muoversi in territori diversi, dalla grande freschezza con cui recupera i classici di Duke Ellington, Thelonious Monk e Gerry Mulligan insieme ai fratelli Anat e Yuval nel progetto 3 Cohens fino al super gruppo Third world love dove Jazz, latin, e medio oriente si fondono in una strepitosa combinazione. Da quel progetto arriva il pianista Yonathan Avishai che lo accompagna insieme al batterista Nasheet Waits del Trio Triveni. Completano la formazione il bassista Eric Revis, per due decenni nel Brandford Marsalis Quartet e il sax tenore di Bill McHenry già al fianco di Paul Motion e Andrew Cyrille. E' con questre premesse che Avishai Cohen arriva al disco di debutto per la storica etichetta ECM di Manfred Eicher dopo averla solo sfiorata con il suo meraviglioso contributo al disco di Mark Turner "Lathe of heaven" di due anni fa'. "Into the silence" é un disco interamente dedicato alla figura del padre recentemente scomparso. Il titolo si riferisce al grande silenzio che l'assenza produce, un vuoto colmabile solo dalla musica, colonna sonora dei più intimi ricordi. 

Quei ricordi rievocati in Dream like a child dove in maniera toccante racconta senza avere bisogno di parole il desiderio del padre fin da piccolo di imparare a suonare, irrealizzato perchè la famiglia non poteva permetterselo ma riservato ai propri figli nel seguito della sua vita. La materia musicale é impressionista, evocativa, con melodie di struggente bellezza imperniate attorno al pianoforte, dove la libertà e il lirismo della tromba di Avishai si posano con una forza che scalda il cuore.

 

 

 

Please reload

Emma Frank

08/01/2019

1/3
Please reload

POST RECENTI
Please reload

ARCHIVIO
Please reload

Le novitá di
questa settimana!
  • Facebook - White Circle

ISCRIVITI AGLI AGGIORNAMENTI

©  Roberto Binda 2016 - Web design: neretto  -